E' attiva la moderazione dei commenti. La pubblicazione avverrà nel più breve tempo possibile.
E' stato realizzato uno spazio dedicato ai commenti anonimi.

venerdì 27 luglio 2007

Spazio commenti anonimi


Questo spazio accoglie i commenti anonimi inviati sui post.

7 commenti:

Gruppo Promotore ha detto...

Neo - The One ha lasciato un commento sul post "Intervento di Ferdinando Boero":

Il Prof. Guglielmo Forges Davanzati dice che non sa da dove cominciare per impostare la discussione sulla credibilità di un candidato con un anonimo.
E perchè mai ?
Trova così complicato esprimere un opinione ? Risponderebbe in modi diversi a persone che si rivelassero con diverse identità, o farebbe delle valutazioni sulla base che la sua moralità e attenzione le impongono indipendentemente da chi ha di fronte ? Essendo sicuro della seconda opzione, cosa cambia se non conosce l'identità della persona che ha di fronte ?
Se uno studente le chiede un parere, lei cosa fa, verifica prima la sua identità o che paghi correttamente le tasse universitarie prima di rispondere ?

L'Ateneo Salentino non sta vivendo ADESSO una fase di oscurantismo, ma sta VENENDO da una fase di oscurantismo. Molte decisioni vitali per il suo futuro sono state assunte nel chiuso delle stanze del potere. Addirittura il suo nome è stato cambiato nel silenzio più assoluto della classe docente (il post del Prof. Boiti è illuminante da questo punto di vista). L'Università del Salento E' STATA un regime in questi anni, e stiamo attenti quando affermiamo il contrario, perchè ricordiamoci che se solo un decimo di quello che la magistratura imputa alla precedente gestione fosse vero, vorrebbe dire che il sistema prevalente di spartizione del potere era impostato con un approccio clientelare (ovviamente per essere delicati, si sa che i lettori dei blog sono particolarmente sensibili, vedi compagno di Eva) e lobbistico. Dopo tutta la montagna di schifo sotto cui l'Università è stata sommersa, si dice che non si possa impostare una discussione sulla credibilità dei candidati perchè il richiamo arriva da un commento anonimo ? LA COSA TRISTE NON E' QUESTA, MA E' CHE SIA UN COMMENTO ANONIMO CHE VI INVITI A DISCUTERE DELLA CREDIBILITA' DEI CANDIDATI E NON SIATE VOI STESSI A FARLO DI VOSTRA SPONTANEA VOLONTA'.

Va bene parlare di impact factor, e d'altronde se non sbaglio si è cominciato a parlarne su questo blog, proprio grazie a un mio intervento, guardacaso anonimo, ma non continuate a dire che tutti i candidati sono uguali, e che ci troviamo in questa situazione a causa di un filtro malefico preparato da una strega cattiva. L'Università si trova nell'attuale situazione perchè è stata gestita male, e perchè c'è stato un GENERALE, COSTANTE, OMERTOSO silenzio della classe docente.
Vista questa situazione, è IMPRESCINDIBILE un'attenta analisi della credibilità dei singoli candidati non solo in termini di capacità gestionali, ma anche in termini di COLLUSIONE con la precedente gestione. Se non si dedicano pagine e pagine di post e commenti su questi fatti, dedicare pagine e pagine di commenti su come forse ipoteticamente magari probabilmente dovrebbe essere valutata la classe docente non è solo inutile, ma è fuorviante.

Cordialmente
Neo-The One

Anonimo ha detto...

Cara/o Neo,
due le ragioni per le quali non mi esprimo in merito alla sua richiesta:
1) essendo co-promotore di questa iniziativa, ritengo di non poter fare altro se non contribuire a gestirla, promuovendo discussioni e ospitandole. Se l'intero "gruppo promotore" di Elezionirettore prendesse esplicitamente posizione, penso che perderebbe senso il lavoro che stiamo facendo, e che dovremmo animare semmai i forum dei candidati o impegnarci per la loro 'campagna elettorale'.
2) Questa convinzione rende del tutto inutile dialogare con un anonimo. Una relazione di questo tipo presuppone che solo uno dei due interlocutori è responsabile di ciò che scrive; il che significa alterare le regole del gioco di un confronto che si vorrebbe democratico.
Cordialità
Guglielmo Forges Davanzati

Gruppo Promotore ha detto...

un addetto ai lavori... ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Comunicato stampa di Oronzo Limone":

Leggendo i commenti dei quotidiani circa la considerazione del già Magnifico Rettore prof. Oronzo Limone nel comunicato stampa, c'è la conferma? che gli Organi Collegiali erano la Corte della (deposta) Monarchia?
Buon lavoro a colui che guiderà la democrazia....cordialmente. Un addetto ai lavori...

Gruppo Promotore ha detto...

un altro addetto ai lavori... ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Comunicato stampa di Oronzo Limone":

Mi colpisce il messaggio del prof. Limone, per le immagini che evoca.
Si parla di anticamere (si badi bene, non di camere): vedo stanze grigie, dove non si parla ma si sussurra, dove sono state prese tante decisioni. Qualcuno conosce, per esempio, la vicenda del PASTIS e di quanto peserà sul nostro bilancio? E di altre vicende del nostro ateneo, come dire, extra accademiche?
Il convegno a Gerusalemme, ombelico del mondo. Vedo tanti ricercatori di questo Ateneo, che, con tanti sacrifici e un decimillesimo delle risorse dell'ISUFI, partecipano a tanti convegni non invitati ma dove il loro lavoro viene sottoposto a verifica e giudicato. Che sia anche questa l'eccellenza? Forse questa è la vera verifica, quella esterna, quella della società che ci guarda, caro prof. Boero, altro che alchimie interne di SSD e impact factors corretti e riveduti. Infine il richiamo alla funzione degli organi collegiali. Un monito per il nuovo Rettore.

Anonimo ha detto...

Oramai siamo alla vigilia delle elezioni e colgo l'occasione per fare i complimenti al gruppo promotore di questo progetto che ritengo sia stato il migliore esperimento tra i pochi tentativi fatti per sostenere dei candidati.

Grazie.
Antonio

un addetto ai lavori... ha detto...

un addetto ai lavori...
Noto con meraviglia la retrocessione (nello spazio commenti anonimi) del post già pubblicato tra i commenti al comunicato stampa del già Magnifico Rettore prof. Oronzo Limone.
Di fatto ritengo che probabilmente il filtro già operato non sia piaciuto a...qualcuno.
Lesa maestà? In ogni caso si concludeva il post con "Buon lavoro a colui che guiderà la democrazia...." che rinnovo con maggiore vigore.
Di fatto il post non era anonimo essendo firmato con lo pseudonimo che in altri commenti è a tutt'oggi mantenuto.
Addio monarchia.
Cordialmente. Un addetto ai lavori...

Alessio Pepe ha detto...

Il suo commento è stato pubblicato integralmente nello spazio "anonimi" che è stato realizzato, pubblicizzato e reso ben visibile sulla home.
Il metodo adottato è stato applicato dal momento dell'annuncio, quindi è ovvio che i vecchi commenti anonimi siano ancora dove gli ha letti.

Alessio Pepe